Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Giornata mondiale della dieta mediterranea

Giornata mondiale della dieta mediterranea

11 anni fa, il 16 novembre 2010, l’Unesco ha iscritto la Dieta Mediterranea nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità.

La prof.ssa Chiara Mandò del DIBIC, docente di Scienze Tecniche Dietetiche Applicate, ci spiega:

«La Dieta mediterranea è un modello nutrizionale ispirato ai modelli alimentari tradizionali di sei paesi europei e uno africano del bacino del Mediterraneo: Italia, Grecia, Spagna, Cipro, Croazia, Portogallo e Marocco.

È una dieta varia ed equilibrata, ricca di frutta e verdura, alimenti con forti proprietà antiossidanti, e comprende anche cereali (preferibilmente integrali), legumi, pesce, carne (preferenzialmente bianca), uova e latticini, alimenti che se assunti nelle giuste proporzioni ci forniscono quantità appropriate di tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno per rimanere in salute.

Questo modello è stato abbandonato nel periodo del boom economico degli anni 60/70, quando il “fast food” americano è entrato prorompente anche nelle nostre vite. Ma per fortuna, nelle ultime decadi la Dieta Mediterranea è stata rivalutata e promossa, grazie alle sue grandi potenzialità di prevenzione di moltissime patologie (tumorali, cardiovascolari, metaboliche…).»


Quindi mangiamo in modo equilibrato e vario, cambiamo i colori dei nostri alimenti ogni giorno… è questa la prima medicina che dobbiamo utilizzare per essere sani e forti.

16 novembre 2021
Torna ad inizio pagina