Logo Università degli Studi di Milano



 
 

PROPOSTE DI TESI  

Laboratorio di Chimica Medica- Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche “L. Sacco”

Sistema endocannabinoide: modulazione funzionale attraverso il controllo dell’attività degli enzimi idrolitici, implicazioni biologiche e cliniche.


Il sistema endocannabinoide (ECS) è un sistema di signaling lipidico ubiquitario nell’organismo umano che va incontro a particolari modulazioni della sua composizione e attività in condizioni patologiche. L’ECS è principalmente costituito dagli endocannabinoidi (EC), derivati di acidi grassi a catena lunga poliinsaturi, di cui il capostipite è l’acido arachidonico, loro specifici recettori (CB1 e CB2) e gli enzimi coinvolti nella sintesi e degradazione di queste molecole di signaling (FAAH, MAGL, NAAA, ABHD6, ABHD2). Gli endocannabinoidi appartengono alla famiglia delle N-aciletanolammidi (NAEs), che comprende anche altri mediatori lipidici quali, ad esempio, la palmitoiletanolamide (PEA, C16:0), la stearoiletanolamide (SEA, C18:0), l’oleoiletanolamide (OEA, C18:1), la linoleoiletanolamide (LEA; C18:2).

L’attività di ricerca riguarda:

- lo studio dei meccanismi di regolazione dei livelli degli EC e delle NAE ad esse correlate in tessuti e fluidi biologici sia in condizioni fisiologiche sia in condizioni patologiche mediante analisi quali-quantitative delle molecole coinvolte nel sistema di signaling lipidico.

-la sintesi e lo studio dell’attività biologica di nuovi inibitori degli enzimi idrolitici responsabili della degradazione degli EC, la fatty acid amide hydrolase (FAAH), la monoacilglicerololipasi (MAGL) e la N-aciletanolamminaacidoamidasi (NAAA). Lo sviluppo di inibitori selettivi di FAAH, MAGL e NAAA, inibendo la degradazione intracellulare degli EC e delle NAE, permette di modulare il sistema endocannabinoide senza produrre gli effetti collaterali ottenuti per stimolazione diretta dei recettori cannabinoidi;

- la messa a punto di nuovi saggi in fluorescenza e luminescenza per gli enzimi regolatori del ECS e, in particolare, di ABHD6 e ABHD12, due enzimi coinvolti nell'idrolisi del 2-arachidonoilglicerolo, un EC ad azione mediata dai recettori CB1 o CB2. ABHD6 e ABHD12 non sono mai stati cristallizzati o purificati, sebbene sia ampiamente riconosciuto il loro coinvolgimento in condizioni patologiche quali, ad esempio, il cancro.

 

Per informazioni rivolgersi a:

Prof.ssa Pierangela CIUFFREDA    (02/50319695)

pierangela.ciuffreda@unimi.it

Dott.ssa Roberta OTTRIA               (02/50319693)

roberta.ottria@unimi.it

Dott.ssa Silvana CASATI               (02/50319691)

silvana.casati@unimi.it

Torna ad inizio pagina